Pharmercure, la startup che porta la farmacia a casa tua

By dicembre 3, 2019Attualità, Start Up
Una consegna a domicilio di farmaci

Sei studenti dell’Università di Torino stanno innovando il mercato digitale dei farmaci con il servizio Pharmercure. Pharmercure è una startup nata ad Asti nel 2018. Il suo nome parla già chiaro: rimanda a Mercurio, il celebre messaggero alato degli dei dell’Antica Grecia. Il servizio offre la possibilità di farsi recapitare i medicinali direttamente a casa o in ufficio. Il prezzo? Oltre al costo del farmaco si devono pagare fra i 2 e i 4 euro di consegna. Un’ottima idea per semplificare la vita a chi ha problemi motori, oppure per chi si trova a gestire un’emergenza imprevista.

Mondo digitale e mondo farmaceutico si incontrano

Come altre startup che si stanno sviluppando (qui il link a un articolo sul tema), Pharmercure coniuga in maniera intelligente le innovazioni del digitale e il business dei farmaci, sfruttando un marketplace ispirato a piattaforme conosciute e di successo come Amazon, Foodora e Glovoo. Il paragone con i servizi di food delivery viene spontaneo. Come per la consegna a domicilio dei pasti, con Pharmercure si sceglie la farmacia da cui si vuole acquistare, si inserisce il proprio indirizzo, si ordina il prodotto che serve sulla web app e si attende l’arrivo del fattorino. Nessun problema se per il farmaco richiesto è necessaria la ricetta. Il corriere passerà a ritirarla prima di recarsi in farmacia, mettendo la prescrizione in una busta chiusa al fine di tutelare la privacy. È possibile inoltre usufruire del servizio telefonicamente, chiamando un numero dedicato oppure mettendosi in diretto contatto con le farmacie convenzionate. Questa modalità di ordinazione è stata pensata apposta per le persone di età avanzata, che potrebbero non avere molta dimestichezza con gli strumenti digitali.

Un progetto ambizioso

Le ambizioni dei fondatori sono grandi: sognano infatti di raggiungere ben un milione di clienti entro il 2021. Le premesse sono positive. Il team di Pharmercure si è ampliato, arrivando a contare 15/20 persone, ognuna delle quali ha competenze diverse che spaziano dall’economia alla medicina, dal marketing alla legge. Le farmacie convenzionate sono già 100 e le città in cui il servizio è attivo continuano a crescere, annoverando metropoli come Torino, Milano, Roma, Napoli e realtà più piccole come Parma, Alessandria, Udine.

Questa continua espansione è resa possibile dagli investitori che credono nel progetto e che ne sostengono il capitale. Reale Mutua ha recentemente acquisito una quota di partecipazione del 16% della startup, ritenendola un modello di business orientato al futuro che offre soluzioni di assistenza alla persona e alla famiglia.

Leave a Reply