Bit 2018 punta sulle startup del turismo

By febbraio 2, 2018Start Up, Turismo

Parole d’ordine innovazione, sostenibilità e turismo esperienziale. Sono 28 le startup del settore turistico che parteciperanno all’edizione 2018 della Bit, la Borsa Internazionale del Turismo, che avrà luogo a Milano da domenica 11 a martedì 13 febbraio. Come per ogni edizione, anche quest’anno l’evento ospiterà tutte le più interessanti tendenze e novità del settore; uno spazio sarà dedicato all’Associazione Startup Turismo, realtà fondata nel 2013 che conta oltre 100 startup che offrono prodotti e servizi digitali nei settori del Turismo e della Cultura.

Tra le startup presenti alla nuova edizione della Borsa Internazionale del Turismo ci sono piattaforme riservate alle prenotazioni di hotel, b&b, case vacanze e recensione delle strutture ricettive, come B2Book.net , DayBreakHotels.com, hotel.cc , tooly.tips, Spotty Wifi, Sofia Srl, hotelyzer e Otellio, e chi valorizza il patrimonio artistico e culturale e promuove un turismo sostenibile, come BikeSquare Srls e Hearth. Dedicate a chi ama viaggiare, scoprire aneddoti curiosi e condividere esperienze uniche sono le startup ElestaTravel, GeeTrips, Globe Inside, Sharewood, MaxGuide, MyWoWo SRL, Route Planner, Triscovery,  True Places Italy, Utopic srl, Weagoo e X Milan.

Difficoltà a trovare una destinazione adatta ai bambini? Alla Bit ci sarà anche Its4kids , la community che offre soluzioni per chi viaggia con i bimbi e vuole essere sempre aggiornato sulle novità del turismo familiare. E per chi non vuole lasciare a casa l’amico a quattro zampe, TripDoggy aiuta a trovare strutture dog-friendly. Altre novità del panorama turistico sono rappresentate dalle startup Pem Cards, MyTakeIt, uFirst, servizio che permette di saltare la coda e avere l’accesso esclusivo ai luoghi più suggestivi della città, e Wine Lovers Academy, piattaforma che attraverso workshop si dedica al turismo enogastronomico della Toscana.

I 28 startupper saranno ospiti della storica manifestazione organizzata da Fiera Milano, che da oltre trent’anni porta in Italia operatori turistici e viaggiatori da tutto il mondo.

 

 

 

Leave a Reply